mettiamo in contatto chi opera nel sociale con chi ha qualcosa da donare! seguici su Facebook Instagram Youtube
IL PROGETTO DONOTRENTINO

DONOTRENTINO si rivolge innanzitutto a cittadini, imprese e organizzazioni affinché facciano la scelta consapevole di donare beni in disuso che possono essere invece ben riutilizzati da altri. Obiettivi: evitare lo spreco, promuovere e facilitare il riuso, diffondere la solidarietà verso chi è in condizioni di bisogno.

I beneficiari finali di queste donazioni sono, infatti, persone e famiglie svantaggiate, in condizione di marginalità cronica o di difficoltà temporanea derivante da eventi traumatici, come la perdita del lavoro o di una attività in proprio, la separazione, la malattia.

Chi sceglie di donare ha così a disposizione una piattaforma informatica, aperta e di facile uso, che consente di offrire beni, ma anche tempo e competenze. Cittadini possono donare beni di uso quotidiano, imprese loro fondi di magazzino o altri beni in eccesso, professionisti ore per servizi nei settori della salute o dell'abitare, associazioni culturali possono offrire qualche accesso gratuito a corsi, spettacoli, laboratori.

L'assegnazione mirata di quanto offerto a chi effettivamente ne ha bisogno è curata da associazioni ed enti, appositamente accreditati da DONOTRENTINO, che operano da tempo a diretto contatto con persone e famiglie in difficoltà e che, grazie alla loro ramificazione territoriale, possono altresì ridurre al minimo l'impegno operativo necessario e gli eventuali costi di smontaggio/montaggio e distribuzione.

La rete solidale è inizialmente costituita dai promotori di DONOTRENTINO, ma è aperta a tutti i soggetti accreditati – associazioni, imprese, enti – che operano specificatamente in ambito socio assistenziale o che, pur svolgendo altre attività, entrano spesso in contatto con persone e famiglie in difficoltà. Per maggiori dettagli sul funzionamento visita questa pagina.

 

 

Progetto promosso da

TRENTINO SOLIDALE ODV, CS 4 ONLUS, CARITAS DIOCESANA, ROTTE INVERSE APS, GRUPPO DI CITTADINI ATTIVI

In partnership con

  

Il progetto è stato sostenuto da

Ufficio sVOLta (spazio di progettazione creato da Fondazione Caritro, Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale e Non Profit Network - CSV Trentino) nell’ambito del bando Intrecci Possibili 2020 - Volontariato che riparte.

e da

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali